Miglior tagliaerba 2017

Il tagliaerba è un attrezzo indispensabile per tutti coloro che dispongono di un giardino dietro casa (ma anche davanti!). In commercio, oggi come oggi, ne troviamo moltissimi modelli. Rasaerba a scoppio o elettrico? Questo è il problema. Tuttavia, questo articoli vi servirà per schiarirvi le idee e facilitare la vostra scelta. Per la cura dello spazio verde di casa, il tosaerba è un attrezzo indispensabile, e vista l’entità della spesa, il suo acquisto rappresenta una sorta di vincolo per diversi anni. È quindi fondamentale scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze con criterio. In questo articolo, segnaleremo gli aspetti più importanti da prendere in considerazione prima del suo acquisto. La cosa migliore, sarebbe poter chiedere al venditore di poter fare una “prova sul campo”, tuttavia, questo non è sempre possibile (anzi quasi mai), allora ci si rivolge a qualche amico che ne sa qualcosa in più, finendo per essere sempre dirottati su ciò che piace a lui. Seguendo la nostra guida, invece, potrai conoscere tutti i pro e i contro di ogni modello disponibile sul mercato, o quasi, e scegliere con la tua testa e senza vincoli. Cosa aspetti allora, non ti resta che continuare a leggere!

PRODOTTO Wattaggio Peso VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
1700 W 18,1 kg VEDI PREZZI
1200 W 6,3 kg VEDI PREZZI
1200 W 6,3 kg VEDI PREZZI
1800 W 12,7 kg VEDI PREZZI
1400 W 11 kg VEDI PREZZI
1500 W 7,2 kg VEDI PREZZI
1400 W 11,8 kg VEDI PREZZI
1400 W 13,6 kg VEDI PREZZI
1600 W 13 kg VEDI PREZZI
1000 W 13 kg VEDI PREZZI
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Cosa chiedere a un buon tagliaerba

Si tratta di un elenco di caratteristiche abbastanza lungo, ma non richiedono chissà quale conoscenza tecnica e un buon venditore, dovrebbe essere in grado di fornirvi una spiegazione per ognuna di essa, in breve tempo:

  • Semplicità di utilizzo. Un tosaerba, che sia esso a scoppio oppure elettrico, deve essere facile da usare e richiedere pochi comandi per la sua attivazione.
  • Manutenzione minima. La manutenzione di un rasaerba a scoppio è differente da quella di un rasaerba elettrico. Tuttavia, questa dovrebbe essere sempre rapida, semplice e con indicazioni chiare sul libretto di manutenzione su dove intervenire.
  • Leggero. I tosaerba sono oggetti ingombranti, soprattutto quelli a scoppio. Minor peso si traduce anche in minor energia spesa per il lavoro, maggiore facilità di movimento e possibilità di tagliare in maniera più efficace l’erba.
  • Ingombro minore. Di per se, sono attrezzi piuttosto ingombranti, se lo spazio in casa non è moltissimo, allora meglio affidarsi ad un prodotto il più compatto possibile.
  • Avviamento semplice. Dato che si tratta di macchine che vengono impiegate di frequente, questo è un elemento sempre molto importante.
  • Velocità regolabile. Intuitiva e rapida, deve adattarsi alle caratteristiche di ogni terreno, dato che i giardini di casa non sono tutti uguali.
  • Scarico laterale o posteriore. Questa caratteristica consente di tagliare l’erba, anche senza usufruire del cesto di raccolta, spargendo il materiale di rifiuto a terra, e raccogliendolo in un secondo momento.
  • Cesto per la raccolta dello scarto. Questo consente di minimizzare la perdita di tempo, raccogliendo tutta l’erba tagliata nello stesso momento in cui la si taglia. Utile avere sul cesto anche l’indicazione di riempimento.
  • Svuotamento rapido. Sul lavoro effettivo, questa operazione incide pesantemente. È dunque necessario che il cesto per la raccolta del materiale di scarto sia facile da maneggiare e svuotare allo stesso tempo.
  • Taglio efficace, anche vicino ad ostacoli. Anche se deve sempre rispettare le distanze di sicurezza, un buon tagliaerba deve potersi avvicinare agli ostacoli il più possibile, in modo da ridurre il lavoro di rifinitura al minimo.

Importanti extra

tagliaerbaOltre agli elementi descritti fino a questo momento, ci sono alcuni extra da prendere in considerazione prima dell’acquisto di un tagliaerba qualsiasi. Si tratta di piccoli particolari, ma che in molti casi possono fare la differenza. Uno di questi, è senza ombra di dubbio l’avviamento elettrico. Questo riduce le incertezze e i tempi nella fase d’avvio. Molto importante, è anche la frizione lama-freno, questo opzione è indispensabile nella maggior parte dei casi, perché agisce sul movimento della lama, arrestandolo finché l’acceleratore non viene rilasciato. Altro extra da tenere d’occhio è la trazione posteriore, che, arretrando il baricentro, migliora l’aderenza del tosaerba, consentendo di indirizzare e manovrare il mezzo con più facilità e meno sforzo. La scocca in alluminio poi, può donare un attrezzo più leggero, consentendo al motore di esprimere tutta la sua potenza, senza entrare mai troppo sotto sforzo. Tra gli optional più interessanti, segnaliamo anche l’impostazione dell’altezza di taglio assiale, che consente di ottenere un lavoro costante e preciso e la lama “alettata”, la quale genera un flusso di aria, capace di raddrizzare l’erba prima di tagliarla. Grazie ad essa, si ottiene un taglio netto e preciso, anche di quei prati soggetti a calpestio continuo.

Il motore del mio tagliaerba

Qui bisogna fare la distinzione tra i tre modelli disponibili sul mercato:

  • Tosaerba a scoppio. In qualsiasi versione lo si scelga, gode sempre di una potenza elevata, che consente di accorciare i tempi di taglio anche su grandi superfici. Inoltre, i motori a scoppio, godono di grande durata nel tempo e affidabilità. I contro sono semplici; sono molto più rumorosi rispetto ai modelli elettrici, inquinano e necessitano di una maggiore manutenzione. Per superfici piane e che non godono di una grande estensione, vanno bene quelli da 2kW, mentre giardini grandi, queste deve quantomeno raddoppiare.
  • Tosaerba elettrico. Questo modello di tosaerba, è indicato per le superfici piccole e presenta molto vantaggi; la manutenzione è ridotta, è un attrezzo pulito, silenzioso, leggero e piuttosto economico. Di contro, il cavo da collegare alla presa elettrica, rappresenta il suo più grosso svantaggio, sia in termini di sicurezza che ampiezza di utilizzo.
  • Tagliaerba elettrico con batteria. Questi modelli presentano gli stessi vantaggi di quelli elettrici con cavo, ma in più, eliminano quest’ultimo a vantaggio di una maggiore sicurezza e libertà di movimento. Di contro, sono probabilmente anche quelli meno potenti tra tutti e tre e le batterie ne limitano l’utilizzo fino alla prossima ricarica.

La tendenza, sia in campo professionistico che hobbistico, tuttavia, è quella di acquistare tagliaerba più potenti di quello che sarebbe realmente necessario. Tuttavia, non è sempre vero che acquistare un mezzo più grande e potente serva sempre per ottenere un lavoro più preciso e veloce. Un tosaerba a scoppio, ad esempio, se utilizzato su piccole superfici, può consumare una quantità di benzina eccessiva, ed a parità di costo, non vale la pena utilizzarlo al posto di uno elettrico. Inoltre, essendo più rumorosi, non sono adatti a coloro che vivono in centri abitati.

Scegliere un rasaerba in base alla superficie da trattare

Per aiutarti a scegliere il tagliaerba più adatto alle tue esigenze, è necessario effettuare una verifica ulteriore: collegando tra di loro la tipologia di attrezzo con grandezza della superficie da trattare.

  • Per i piccoli giardini, con metratura inferiore ai 200 metri quadri, può bastare anche un tagliaerba elettrico;
  • Per i piccoli giardini, però pieni di angoli ed ostacoli, sarebbe meglio optare per un tagliaerba su cuscino d’aria, che consente di ridurre al minimo gli interventi per la rifinitura;
  • Per un giardino di dimensioni medio-grandi (fino a 500 metri quadri), è consigliabile acquistare un tosaerba a scoppio, preferendo quei modelli che offrono una larghezza del taglio ampia per ridurre al minimo i tempi di lavoro (almeno 50 centimetri);
  • Per i giardini molto grandi o parchi, si consiglia semplicemente il classico trattorino professionale.

Tipologia di taglio

tosaerbaPrima di acquistare un qualsiasi rasaerba elettrico o a scoppio, è necessario capire quale tipologia di taglio devi effettuare, altrimenti, rischieresti di acquistare un attrezzo totalmente inutile. Il taglio orizzontale, che si ottiene grazie ad una lama rotante, è generalmente quello più diffuso. È l’ideale per i prati misti, dove la fanno da “padroni” essenze infestanti e graminacee. In qualche punto, lascia sempre a desiderare e in generale non è mai perfetto. Può tornare utile dove i tagli sono poco frequenti e l’erba raggiunge altezze piuttosto ragguardevoli. Sono azionati solitamente da motori piuttosto potenti, in grado di far schizzare via per aria sassi e altri oggetti pesanti. Per questo motivo, è fondamentale disporre di carter integri e robusti, soprattutto se ci si affida a prodotti economici o di seconda mano. Altro taglio che va molto “di moda” è quello elicoidale. Questo avviene grazie ad una serie di lame che vengono assemblate tra di loro. Questo è l’ideale quando si è alla ricerca di una prato tagliato alla perfezione. Serve per tagliare il prato di frequente, di dimensioni ridotte, con erba a foglia sottile e pochi infestanti. Sono per lo più a funzionamento “a spinta”. Infine, da segnalare il “taglio mulching”, il quale viene eseguito grazie a 2 lame rotanti, che lavorano dentro una camera arrotondata per il taglio. L’erba risulta triturata finemente perché sottoposta a più passaggi della lama. È l’ideale per le superfici di ampia metratura, che richiedono frequenti interventi. È necessario che disponga dello scarico laterale. Allora? Tutto chiaro? Qual è la tua scelta, un tosaerba elettrico oppure a scoppio, con cavo elettrico oppure a batteria? Mi raccomando, non sbagliare il tuo acquisto, altrimenti avremmo fallito nel nostro lavoro! Scherziamo ovviamente, siamo certi che da adesso in avanti, le tue idee saranno molto più chiare e che sarai in grado di fare un investimento adeguato. A proposito d’investimento, la spesa maggiore la effettueresti con un modello a benzina, mentre con quelli elettrici si risparmia un po’. Ora tocca a te!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.